giovedì 1 ottobre 2009

Confusione

Sono Aragosta, ho le chele serrate.
Guardo attraverso il vetro il mio immutabile destino.















Sono Uomo, sono senza voce.
Guardo attraverso il vetro il mio mutabile destino.
















Sono Lavatrice, centrifugo sogni.
Pochi istanti dentro di me ed il mondo attraverso il vetro girerà.














D'improvviso, tutto è confusione.


°Foto by me

7 commenti:

Darksecretinside ha detto...

Ma che meraviglia che sei, ma davvero, dal cuore.
hmmhmhmhmhhmhmhmh
ma secondo te, se avessimo una lavatrice non di classe -A- ci confonderemmo di meno, facendo giri più lenti?
O sarebbe peggio?
la mia lavatrice ad esempio... mi sta consumando, giorno dopo giorno, un sacco d'energia inutile....alla fine, non solo non lava via nulla, arrivano lo stesso certe bollette che non ti dico....

Ma tu, uomo....resta a crogiolarti pure, sono certa che i tuoi sogni coesistono benissimo con tutto ciò che sei.
Un grande-grande abbraccio.

Francy274 ha detto...

Vista la Tua giovane età sei un ragazzo, ma dai pensieri che scrivi sei davvero un uomo.
Complimenti, e vivila tranquillamente la Tua confusione...è un dato di fatto!
Buona Giornata giovane Uomo.

Gary Coopo ha detto...

hai provato a togliere gli occhiali? magari sto vetro che separa e' solo quello delle tue lenti.. :)
Bello cmq..

☆Vale ha detto...

Chi non si è Mai fermato a guardare l'oblò?

Marta. ha detto...

settembre è passato signorr Galipò non le è più concesso essere confuso, non lo sapeva?!?

giri vorticosamente fino a vomitare
sbatta violentemente la testa nel vetro
si uccida con le sue chele

non è ammessa la confusione adesso, Signor Galipò

davide idee ha detto...

Signorsì, Signora...

ashasysley ha detto...

Sono Donna, ingoio emozioni.
Tra pochi istanti e lui si scorderà di me.

Sono Madre, accarezzo nuove vite.
Un passo ancora e voleranno verso il futuro senza me.

Sono Amante, delizia di una notte.
Un'ora o due e sono alla ricerca di un nuovo Amore.

Sono Asha, decoro accadimenti.
D'improvviso, tutto è confusione

Lettori