mercoledì 10 febbraio 2010

parole

grondiamo di sudore e perplessità, apriamo il cielo con speranze fantastiche, saltiamo insieme verso il buio orrorifico, rinchiudiamo l'infanzia in una scatola chiusa e gettiamola nel fiume dei nostri ricordi obesi, dove si lascerà portare via dalla corrente, lontano dagli occhi, lontano dalla mente, così vivremo liberi dal mercato e sicuri da ogni turbamento





°Foto by me

6 commenti:

biondatinta ha detto...

il problema è che sono i turbamenti che poi ci vengono a cercare, qualunque cosa facciamo e ci inventiamo. ma forse è perchè in fondo ci sguazziamo nella nostra inquietudine

sospesanelviola ha detto...

amen.

Marta ha detto...

io preferisco non gettare quella scatola....è l'unica cosa che mi ricorda che sono anche sulla terra oltre che nel mondo onirico...

forse basta ben altro e molto poco per vivere liberi dal mercato e da ogni turbamento!

Marta ha detto...

bisognerebbe fare una selezione allora....

Anonimo ha detto...

Graaandissimo...!! ;) J.

Lorenzo ha detto...

e speriamo in bene...

Lettori